Come ogni anno il 27 gennaio si commemora la liberazione del campo di sterminio di Auschwitz, quando in questa importante data nel 1945 arrivò ad Auschwitz l’Armata Rossa che si apprestava ad entrare in Germania.

In quella data del lontano 1945 l’umanità venne a conoscenza dell’aberrante piano perpetuato dal nazismo e dai suoi complici contro ebrei di tutta Europa, ma non solo, anche contro oppositori politici, rom e popoli nomadi, omosessuali e religiosi. Milioni di persone di diversa provenienza ed etnia persero la vita nei campi di concentramento e sterminio nazisti.

Mercoledì 27 gennaio e non solo anche Torino ricorda questi ignobili avvenimenti, affinché non si dimentichi mai, con tanti appuntamenti organizzati dalla Comunità Ebraica, dal Museo della Resistenza, dal Comune di Torino e da numerose realtà torinesi. Alcuni appuntamenti si svolgeranno proprio nel quartiere di San Salvario, storico centro della Comunità ebraica torinese.

Ecco alcuni appuntamenti:

> Martedì 26 gennaio 2016

ore 17.30/20.00 – Biblioteca civica Natalia Ginzburg / Polo culturale Lombroso 16 – via Lombroso 16 – Circoscrizione 8
“UN CUORE PENSANTE” lettura teatrale del “Diario 1941-1942” di Etty Hillesum – ed. Adelphi
Con Vesna Scepanovic, Giulia Firpo
Coordinamento e regia: Gabriella Bordin
Dialogano: Maria Grazie Sestero ANPI – Nicola Grosa
e Marcella Filippa, Fondazione Vera Nocentini
A cura di Almateatro, Biblioteche civiche torinesi, Polo culturale Lombroso16, ANPI, Ismel, Associazione Scambiaidee
Ingresso libero

ore 21.00 Comunità Ebraica – piazzetta Primo Levi 12
Presentazione “IL LIBRO DEI DEPORTATI – VOL. IV” opera a cura di Brunello Mantelli, Nicola Tranfaglia – Mursia Edizioni e “SULLA STRADA PER IL REICH. FOSSOLI, MARZO – LUGLIO 1944” di Giovanna D’Amico, Mursia edizioni. Il Libro dei deportati – IV vol.

> Mercoledì 27 gennaio 2016

alle 9.30 tradizionale commemorazione e omaggio delle lapidi dei caduti al Cimitero Monumentale

Ore 18.00 – Palazzo Cisterna, sede della Città Metropolitana Torino, Via Maria Vittoria 12.
“A rischio della propria vita. I polacchi che salvarono gli ebrei durante l’Olocausto”
Mostra itinerante sotto il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Polonia.

La mostra presenta – nel contesto storico della Polonia sotto l’occupazione tedesca – i volti, le vicende e le motivazioni dei polacchi che a rischio della loro vita salvarono loro concittadini ebrei. L’esposizione, inedita, si basa sull’eccezionale collezione di testimonianze dei Giusti e dei salvati raccolta nell’ambito del progetto museale “I Giusti polacchi e il recupero della memoria”. Verrà presentato un documentario realizzato dal Museo Polin.
La Mostra è ospitata dalla Città Metropolitana di Torino presso Palazzo Cisterna – via Maria Vittoria, 12. Apertura: 27 gennaio – 19 febbraio 2016
Il 3 febbraio – in orario ancora da stabilire – si svolgerà a Palazzo Cisterna la proiezione di un filmato, seguita da una tavola rotonda sul tema, al quale parteciperà uno dei curatori dell’iniziativa. Si darà comunicazione dettagliata appena possibile.
Con la partecipazione di : POLIN – MUSEO DELLA STORIA DEGLI EBREI POLACCHI – VARSAVIA con COMUNITÀ EBRAICA DI TORINO – CONSOLATO GENERALE DI POLONIA IN MILANO – COMUNITÀ POLACCA DI TORINO – CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO – CONSOLATO DI POLONIA IN TORINO

Ore 20.00 – Piccolo Regio Puccini
ENTARTETE MUSIK: MUSICA DEGENERATA.
Il Teatro Regio celebra il Giorno della Memoria dando voce ad alcuni dei compositori proibiti dal nazismo.
Un concerto con musiche di Mahler, Mendelssohn,
Weill, Schönberg, Gershwin: brani per non dimenticare.
A cura del Teatro Regio con il contributo della Comunità Ebraica di Torino
Biglietto: Euro 10.00 per adulti e Euro 8,00 per i ragazzi fino a 16 anni.

> Giovedì 28 gennaio ore 18.00

Mostra “L’identità ebraica”
Spazio Don Chisciotte – Via Della Rocca, 37.

Mario Lattes, Carlo Levi, Stefano Levi della Torre, Paola Levi Montalcini, Ugo Malvano e Dario Treves.
La Fondazione Bottari Lattes desidera celebrare il Giorno della Memoria con una mostra di pittori torinesi di identità ebraica che hanno vissuto le vicende storiche del Novecento al filtro della loro creatività artistica. La mostra comprende autori storici, Ugo Malvano (1878-1952), Carlo Levi (1902-1975), Dario Treves (1907-1978), Paola Levi Montalcini (1909-2000), Mario Lattes (1923-2001), fino a giungere all’attualità con Stefano Levi Della Torre (1942).
28 gennaio – 19 marzo 2016. Orario: martedì-sabato ore 10.30-12.30; 15.30-19.30
Info: segreteria@spaziodonchisciotte.it Tel. +39 011 1977.1755 ; www.fondazionebottarilattes.it
A cura di FONDAZIONE BOTTARI LATTES – COMUNITÀ EBRAICA DI TORINO

Per il programma completo consultate il sito del Museo della Resistenza qui di seguito: Le iniziative in città