Ripubblichiamo un articolo uscito su questo blog nel 2012. Parla di un luogo magico, un piccolo negozio in via Saluzzo, Anni di Carta appunto, che tutti dovrebbero conoscere. Se siete in città, o quando tornate dalle vacanze, fateci un salto e (ri)scoprite la bellezze delle piccole cose e dei tesori che questa bottega custodisce.
E’ un posto dove lasci il cuore, Anni di Carta. Passando da via Saluzzo lo si nota appena: una sola vetrinetta con davanti il palazzone ex-Fiat. La vecchia placchetta “Cancelleria” già incuriosisce, ma il bello viene oltre la porta. Si, perchè se entri dentro Anni di Carta stai per fare un viaggio a ritroso, un viaggio in un tempo dove l’attenzione ai dettagli, le cose fatte con cura e affetto, erano la normalità. Una civiltà che ci pare lontana anni luce. Dipinti, disegni, stampe, scatole, carte, cartoline, quaderni, cornici, lampade, mobili, libri e molto altro. E anche ciò che c’è di moderno, biglietti, buste, quaderni, è sempre il frutto di un lavoro lento, da artigiani, fatto con passione. Ma non trovi solo questo ad Anni di Carta, trovi Anna Maria e Mario Gomboli, che con gentilezza ti introducono nel “loro” mondo. Mario poi è artista: nato a Firenze, ha frequentato l’Accademia Albertina negli anni ‘60. Espone nel negozio le sue opere fra cui spiccano quelle, curiosissime, sui gatti e sulle balene.
Anche il negozio ha una storia, come ogni oggetto all’interno: è nato 36 anni fa come cartoleria e nel 1998 è diventato quello che è oggi, uno scrigno pieno di tesori.
L’unico consiglio che possiamo darvi è andateci, e prendetevene un pezzetto. 
 
 
Anni di Carta
via Saluzzo 48, 10125 Torino
tel. 011 6698200
info@annidicarta.it
 
 
 
 
[Fotografie di Andrea Ferrero]