mercoledì 12 marzo 2014 – ore 15.00
“Il dottor Secondo Laura e l’associazionismo laico nella Torino postunitaria.
Le realizzazioni nel Borgo San Salvario”
presso Biblioteca Ginzburg – Sala Molinari
via Lombroso 16, Torino

A Torino, presso la Biblioteca civica Natalia Ginzburg, in via Cesare Lombroso n. 16, si sta svolgendo un ciclo di incontri intitolato “Storie del vecchio Piemonte. Appunti sulla vita, l’arte e la cultura dell’Ottocento di Torino e del Piemonte”. Gli ultimi due incontri si terranno nella Sala Mario Molinari, nei giorni di mercoledì 12 e 26 marzo, alle ore 15.00.

L’incontro di mercoledì 12 marzo avrà ancora San Salvario come centro del racconto, descrivendo le realtà scientifiche e accademiche della Torino ottocentesca. Il titolo dell’incontro è “Il dottor Secondo Laura e l’associazionismo laico nella Torino postunitaria. Le realizzazioni nel Borgo San Salvario” a cura di Milo Julini.

Secondo Laura, è uno dei più benemeriti medici filantropi di Torino, definito al tempo come “L’apostolo degli ospedali infantili in Italia” e “Papà dei bambini”. Rivale di Lombroso, ha per lungo tempo insegnato all’Università di Torino. Importante è il suo lascito nella parte meridionale del quartiere di San Salvario. Laura professore e medico, si dedicava alla pediatria: la cura delle malattie dei bambini era all’epoca un problema molto sentito e Torino necessitava di un ospedale pediatrico. Così, dopo una lunga attività nel quartiere, venne insediato a fine Ottocento l’Ospedale Infantile Regina Margherita in corso Bramante, che è tutt’ora attivo nella nuova sede di piazza Polonia.

Inoltre varie iniziative filantrope nascono a San Salvario grazie all’associazionismo laico, supportato spesso dalla massoneria. Come l’Asilo Notturno Umberto I, in via Ormea, fondato nel 1886, che sul fronte dell’edificio ostenta squadra e compasso, ma che da più di un secolo dà da mangiare a chi ne ha bisogno, offrendo 20 posti letto e ambulatori medici.

[codepeople-post-map tag=”scienza-ginzburg-2014 ]