Dal 14 al 16 gennaio nuove “Pietre d’Inciampo” verranno posate a Torino e anche nel quartiere di San Salvario, dove è da sempre forte la presenza della comunità ebraica. Le Stolpersteine, in italiano Pietre d’Inciampo, sono delle piccole pietre, quadrate e a forma di porfido, con una lastra di ottone sopra. Sulla lastra è scritto un nome, una data, un luogo e ricordano le vittime dell’Olocausto, le persone deportate nei campi di concentramento e che da lì mai fecero ritorno. L’idea delle Pietre d’Inciampo, un monumento diffuso e promuovibile da tutti, singole persone o istituzioni, è stata dall’artista Gunter Demnig per commemorare le vittime delle deportazioni naziste.

L’anno scorso, sempre a gennaio, sono state posate le prime Pietre d’Inciampo a Torino, e anche nel 2015 questa importante iniziativa continua con la posa di 40 pietre.

A San Salvario una prima pietra verrà posata già il 14 gennaio in corso Massimo d’Azeglio 26, per ricordare Ernesto Valabrega, alle ore 16.50. Ma sarà soprattutto durante la giornata del 15 gennaio che verrà coinvolto in particolar modo il nostro quartiere con la posa di altre 8 Pietre d’Inciampo in corso Dante 90, via Campana 24, via Ormea 40 e via Saluzzo 19.

Nel resto delle giornate le Pietre d’Inciampo verrano posizionate anche in altri quartieri della città di Torino.

Per il programma completo della posa consultate il sito del Museo diffuso della Resistenza: http://www.museodiffusotorino.it/pietredinciampo

La posa della pietra può essere infatti del tutto individuale: se vuoi dedicare una pietra è attivo uno sportello il giovedì dalle 14,00 alle 18,00 al numero 346 9646238 o tramite e-mail all’indirizzo: pietredinciampo@museodiffusotorino.it

Per più info sull’iniziativa: Pietre d’Inciampo Torino (Facebook)