Un estratto del focus sul mercato immobiliare delle grandi città italiane di civitanews.it:


Nel 2011 le quotazioni delle abitazioni di Torino sono diminuite del 2,1%.


Le zone centrali di Torino hanno registrato stabilità nella seconda parte del 2011. Tra i quartieri che hanno segnalato un buon andamento dei prezzi c’è quello di  San Salvario-Valentino-Università dove c’è stato un aumento della domanda e tra gli acquirenti si sono contati numerosi investitori che hanno comprato bilocali e trilocali senza ricorrere al mutuo; si è trattato spesso di genitori di studenti universitari presso le facoltà presenti in zona e provenienti dalle altre province del Piemonte. Si è notata invece una diminuzione della domanda di abitazioni da parte di famiglie che dovendo ricorrere al mutuo hanno avuto maggiori difficoltà. Le tipologie abitative più apprezzate sono quelle con ascensore (gli immobili senza ascensore difficilmente sono presi in considerazione) e quelle che, con riscaldamento centralizzato,  iniziano a dotarsi di termo valvole.  Tra le abitazioni più richieste ci sono quelle posizionate su corso Massimo D’Azeglio, molto trafficato ma con immobili medio signorili che, in buone condizioni, possono costare anche 3500-4000 € al mq.  Una delle zone più ricercate è quella di via Monti, via Sclopis, a ridosso del Parco del Valentino, con case indipendenti oppure  di 2-3 piani al massimo che, con vista sul parco toccano valori di 4500 € al mq. Da segnalare i lavori per la costruzione di un comprensorio di 9-10 piani all’incrocio tra corso Massimo D’Azeglio e corso Dante  dove, in luogo di un ex palazzo della Fiat, sorgeranno appartamenti ed un centro commerciale. Le quotazioni del nuovo oscillano da 5000 a 5500 € al mq. Più economiche le abitazioni che sorgono nell’area individuata da via Ormea, corso Raffaello e via Nizza dove ci sono immobili d’epoca dei primi anni del 1900. Un buon usato si scambia a prezzi medi di 2500 € al mq. Sul mercato degli affitti si sono registrate richieste da parte di società per i propri dipendenti che lavorano nella zona. Sul mercato dei box e dei posti auto c’è  una buona domanda nell’area a ridosso di piazza Nizza dove ci sono maggiori difficoltà di parcheggio mentre verso corso Dante sono sorti dei box auto di nuova costruzione che hanno assorbito la domanda esistente e per cui in questo momento c’è una buona offerta sul mercato. […]


Per il resto dell’articolo cliccare qui —> Il mercato immobiliare di Torino (LINK)